Ricerca della felicità

Se confronti il ​​tuo valore con punti di riferimento esterni (ad esempio, conoscenza, relazioni, ricchezza), sarai condannato a un’eterna minoranza sentimento e costrizione a dimostrare. In questo modo non potrai mai trovare la tua pace interiore e la tua felicità.

L’ego tende a considerarti qualcuno, identificandoti con identità diverse. D’ora in poi sarai tu e tutto il resto sarà al di fuori di te. In questo modo hai l’opportunità di confrontarti con gli altri, il che ti darà alla luce un non essere abbastanza bravo perché troverai sempre qualcuno che è migliore di te o ha più di lui.

Voglio diventare il migliore

Può essere molto frustrante e accendere il desiderio di essere di più e migliore degli altri. Certo, questo può scatenare forze enormi, per molti, è questa motivazione intrinseca. Questo li rende un massimalista, il che può portarti molto nella vita. Ma!

In fondo, però, non saranno felici perché quello che hanno ottenuto non é mai abbastanza, ne vogliono sempre di più. Oppure, se perdono qualcosa da ciò che hanno già realizzato o acquisito, si sentono immediatamente di meno. La loro autostima e fiducia in se stessi inizia immediatamente a diminuire.

Conosco questo tipo di persona perché ho dovuto riconoscere che in passato anch’io ero così. Non è stato mai abbastanza di quello che avevo, volevo sempre essere di più per nascondere nel profondo quanto mi sento inutile. per questo ho comprato una casa a 25 anni e per questo sono diventata campionessa di Fitness. Di conseguenza, continuo a inseguire e guidare me stesso per fa vedere a mia madre che valgo e ha fatto un sbaglio di gettarmi via.

Ma non puoi semplicemente rilasciare energia tutto il tempo. In questo modo non sarai mai in equilibrio. Se il corpo opera costantemente in un e in modalità ad alta intensità di energia, prima o poi porterà al collasso. È quello che è successo a me.

Conseguenze

Ho perdonato a mia madre. Non posso dire che siamo diventate amiche ma abbiamo un rapporto qualche modo. Dopo che mi sono reso conto che non posso continuare la mia vita per piacere a lei il mio mondo é crollato. Sono rimasta senza motivo per andare avanti.

Dal febbraio di quest’anno, mi sono sentito come se stessi perdendo costantemente la mia vitalità. Era come se qualcosa avesse assorbito la mia energia. All’improvviso, il mio bisogno di dormire aumenta a 8-9 ore, rispetto alle precedenti 5-6 ore. Anche dopo 9 ore di sonno, mi sentivo come se non potessi alzarmi dal letto. Dopo aver avuto difficoltà ad alzarmi, mi sentivo ancora come se fossi vivo a malapena per tutto il giorno. Inoltre, totale deconcentrazione, nebbia del cervello, rallentamento del pensiero.
Il mio carico di lavoro mentale e le prestazioni cognitive sono di scesi al 30%.

Sono diventato l’ombra di me stesso. Mi sono fidato col passare del tempo e la situazione sarebbe migliorata. Ma sfortunatamente non è andata così. La mia condizione stava peggiorando. Le cose sono andate così male che sono finita in ospedale. Naturalmente, anche allora non ho rallentato, mi sono alzato e sono andato avanti. Senza accorgermi che non vado a nessuna parte.

Sono NaturalmenteZita, l’ambasciatore del benessere, il mentore della salute non può essere in questo stato. Cosa diranno gli altri? Devo mantenermi, devo dare l’esempio. Stile di vita, alimentazione, esercizio fisico, mentalità positività, ecc. Una delle mie più grandi paure è sempre stata quella di perdere la salute e quindi non essere credibile.

La vita mi ha fermato. 5 giorni in ospedale mi ha fatto riflettere dopo che il dottore mi ha detto che mi hanno acchiappato per pelo. Secondo Einstein, lo sciocco è quello che fa la stessa cosa e nel frattempo si aspetta un risultato diverso.

Soluzione

Devo lasciare andare via il mio vecchio io, devo spogliare il mio ego per diventare una nuova persona che lavora in modo completamente diverso. E il primo passo è togliersi la maschera. Affrontare la mia vulnerabilità è che, sì, sono anche una donna che non è perfetto, che spesso commette errori, a volte frustrante, testarda, vede tutto bianco o nero e che lotta profondamente con i complessi del inferiorità.

Affronto e accetto me stesso! Quando una persona ha abbastanza umiltà per guardarla se stessa così com’è e osare, allora può cambiarla. E il cambiamento fa male solo se resistiamo.

Nel momento in cui si è in grado di viverlo profondamente, ogni sorta di sentimenti di inferiorità e compulsioni di prestazione cessano. Non è più l’ego che ci porterà a uno stress costante, ma l’ispirazione dell’anima motiverà a realizzare ciò per cui siamo nati. Invece di una competizione forzata, la vita diventa un gioco facile in cui si trova sempre l’equilibrio interiore tra erogazione di potenza e ricarica. Invece di inseguire obiettivi futuri, il miracolo del presente prende il sopravvento e quindi il percorso stesso diventa un obiettivo.

Il mio? Fa conoscere più persone possibile la possibilità di condurre una vita piena di salute, energia e vitalità. Cambiare stile di vita a 360 gradi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...